Mentre nei cieli di Roma sfrecciano le Frecce Tricolori della pattuglia acrobatica dell’Aeronautica Militare in occasione della Festa della Repubblica Italiana che si celebra il 2 giugno, Luca Parisi sFreccia sulle strade di Roma siglando un nuovo personal best sulla distanza dei 10.000 metri con un crono finale di 29’54”.

Naturalmente nel 2020 l’emergenza sanitaria causata dall’epidemia di COVID-19 ha fortemente condizionato i protocolli tradizionali spingendo tantissimi atleti, professionisti e non, a partecipare a gare virtuali, tra cui quello più partecipato è stato “il 10000 d’italia“.

Il nostro Luca oltre ad abbattere il suo precedente personal best di 29’59” si classificato in terza posizione assoluta dietro a nomi lustri quali l’azzurro Stefano la Rosa che vince con il tempo finale di 29’26” e Faniel Eyob che chiude in 29’33”.

Clicca qui per vedere la classifica completa.

Un risultato eccellente che sintetizza l’ottimo lavoro svolto insieme al suo coach Massimo Fucili e alla sua forte determinazione e passione in quello che fa.

Nonostante il periodo di stop forzato dalle gare podistiche i suoi sogni non si spengono e dopo l’ottima prestazione ottenuta lo scorso dicembre nella 39° Maratona di Valencia con la maratona chiusa con il tempo di 2h18’01” e questo nuovo PB ottenuto sui 10 km si posano le basi per nuovi orizzonti…!

Scopriamo chi è Luca Parisi e quali sono i nuovi obiettivi in programma

Luca Parisi corre praticamente da sempre, da quando aveva 9 anni e faceva le prime gare nei giochi della gioventù, poi un lungo periodo di tempo giocando come ogni ragazzo a calcio e di nuovo proiettato nel mondo dell’atletica all’età di 15/16 anni, affrontando le corse non competitive come la corsa del giocattolo e la race for the cure sulle distanze dei 5km. 

Poi una seconda fase sotto la guida anche del tecnico Armando Martini, che lo ha portato a un importante salto di qualità, vincendo la prima medaglia un argento in un campionato Italiano nella categoria promesse sulla distanza di mezza maratona.  

Per un certo periodo si è allenato da solo migliorando i suoi record personali e vincendo la prima medaglia in un campionato Italiano assoluto, questa volta nella doppia distanza, in quel di Ravenna 2018 con un bel bronzo e il record personale.

Due persone per lui molto importanti sono Franca Falvo e Massimo Fucili.

Franca che è anche una atleta allenata da Luca, lo sprona a fare sempre meglio e a superare i suoi limiti,  tanto che Luca la chiama anche la sua “mental coach’’, Chicca nonostante soffra di diabete di tipo 1 con tutte le difficoltà che ne derivano, non si tira mai indietro quando ci sta da iniziare l’allenamento partendo al fianco del suo allenatore a dei ritmi che tutto sommato lenti non sono! Molti altri atleti al solo pensiero si tirerebbero indietro, lei no. 

Arriviamo a Massimo Fucili, anch’esso tecnico federale, come Luca, con quest’ultimo la fusione della loro esperienza sul campo e delle conoscenze acquisite negli anni sia come atleti che come allenatori gli hanno permesso di centrare obbiettivi di grande spessore come ottenere un crono di 2h18’ alla passata Maratona di Valencia, piuttosto di vincere l’ultima edizione della Corsa di Miguel.

Recentemente questo bel trio ha ottenuto un terzo piazzamento assoluto al 10000 d’Italia con il nuovo personale di 29’55’’, arrivando al seguito di Stefano La Rosa e Eyob Faniel.

I prossimi obbiettivi sono quello di abbassare di 3’/4’ il precedente primato in maratona e di lavorare eventualmente in ottica minimo Olimpico nell’eventualità che la federazione voglia prendere in considerazione questo atleta che ha tanta voglia di mettersi in luce e dimostrare il proprio valore. 

 





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *